INVESTIRE SENZA ESSERE INVESTITI

Molti clienti mi hanno chiesto , quale è la migliore forma di investimento , io ho risposto la cultura e la conoscenza , questo vale per i giovani , che dovrebbero investire nelle loro passioni , formandosi e cercando di di dare un contributo importante al settore in cui si opera , attraverso uno sforzo di costante perfezionamento . l'investimento nella conoscenza  è l'investimento migliore, quello che riporta i maggiori frutti dei propri sforzi . E' anche la mia filosofia , dare sempre qualcosa in più ,fare la differenza . Fare la differenza nel mio lavoro significa aiutare le persone ad aumentare la propria cultura finanziaria . Le ultime modifiche nella normativa sul rispario gestito e sulla consulenza hanno inserito numerosi meccanismi di tutela dei clienti risparmiatori , ma il cliente si tutela meglio quando sa tutelarsi da se stesso , e si puo tutelare al meglio se conosce il più possibile gli effetti dei suoi comportamenti finanziari e i meccanismi finanziari stessi .

Il mio lavoro non è quindi quello del " venditore di servizi finanziari " anche se non ci sarebbe nulla di male , ma consiste nel supportare , accompagnare il risparmiatore nelle sue scelte ,  e per quanto possibile, nella gestione dell'emotività .

il mio lavoro va molto oltre la sottoscrizione del contratto , mi assumo una grossa responsabilità profesionale ma anche emotiva nel supportare il risparmiatore /investitore ,soprattutto nei momenti di difficoltà nei mercati , a nessuno piace perdere denaro , anche se la perdita è solo virtuale fino a quando non viene consolidata con il riscatto , è comunque un momento difficile per la relazione ,e arriva sempre . Per loro natura i mercati , anche quelli obbligazionari hanno delle oscillazioni anche importanti , però sono quei momenti da cui partono i migliori risultati , ma sono quei momenti in cui è più difficile investire ma anche mantenere , e qui entra il sangue freddo e la professionalità del consulente , che deve gestire l'emotività del cliente  nei momenti di storno come nei momenti di crescita e soprattutto di euforia dei mercati . Il mio lavoro può assomigliare in questi casi a quello del farmacista galenico che prepara i farmaci con le dosi giuste e che vanno assunte nei tempi giusti , il cliente deve essere chiaro e sincero nel definire i suoi obiettivi , ma poi deve fornire una delega al professionista il quale dal canto suo deve fornire tutte le indicazioni circa le proprietà, i costi e gli obiettivi dei singoli servizi ; ci deve essere una sorta di patto professionale tra il cliente e il consulente , massima chiarezza e sincerità , se manca qualche elemento ,come per esempio la conoscenza da parte del consulente di altri investimenti di diversa natura  il suo lavoro rischia di essere alterato per mancanza di informazioni , cosippure un scarsa chiarezza sui rischi od effetti di singoli investimenti puo spiazzare il risparmiatore con effetti non preventivati .

quando si apre un discorso con un consulente finanziario si apre quindi una relazione professionale di lungo periodo , non devono mancare momenti frequenti di contatto , cliente e consulente si devo chiamare spesso , senza remore , sia che sia un bel momento sia che sia meno bello .

Ho citato spesso la parola risparmiatore , ma avrei dovuto dire investitore ; dove sta la differenza ? la differenza non è nelle cifre ma nell'atteggiamneto mentale , il risparmiatore pensa che il denaro si riproduca da solo , "se voi  lasciate due banconote da sole non si riproducono " sembra strano ma è cosi , io ho provato ma non è successo nulla . Il denaro per aumentare deve lavorare come tutti noi , tirarsi su le maniche e fare qualche lavoro , finanziare uno stato o una azienda di robotica , come ogni lavoro ci sono degli infortuni , in alcuni settori sono più frequenti in altri meno , ma   NON E' POSSIBILE EVITARLI , bisogna quindi fare attenzione e seguire certe regole di sicurezza più o meno sofisticate . 

Riassumento il nostro lavoro è tutto qui dare al cliente  rendimento e sicurezza ,per il suo denaro con una prevalenza del secondo obiettivo cioè la sicurezza  , ma fare questo è un lavoro particolarmente complesso e i lavori, complessi o no , devono essere retribuiti adeguatamente , qui sta una questione fondamentale in una epoca di disintermediazione , quanto vale la consulenza di un complesso di   professionisti , di altissimo livello ,  che fanno tutto quello che ti ho descritto , e anche di più ? 

E qui torniano alla prima affermazione l'investimento migliore è quello nella conoscenza /competenza , doti che attraversano tutta la filiera finanziaria 

( consulenti finanziari ,banche , società di gestione , gestori , intelligenza artificiale e le tecnologie più innovative).



ECCO PERCHE' IO SONO ORGOGLIOSO DI PRESENTARMI A VOI CON TUTTO IL MIO IMPEGNO ,   COMPETENZA  ED ESPERIENZA , VI ASPETTO QUINDI NEL MIO STUDIO PER PARLARE DEL VOSTRO PRESENTE E DEL VOSTRO FUTURO