Il mutuo

Il mutuo è un contratto che prevede un prestito di una certa quantità di denaro di una banca (mutuante) ad un soggetto ricevente (mutuatario). Il prestito dovrà essere restituito in un determinato arco di tempo, includendo gli interessi stabiliti. Il mutuo è quindi un finanziamento a medio-lungo termine, concesso da una banca o da altro istituto finanziario autorizzato, rimborsabile seguendo il piano d’ammortamento definito nel contratto.

I mutui e piani di ammortamento si dividono in prestiti a tasso variabile a tasso fisso e indicizzati tacci BCE . I primi prevedono che il mutuatario debba versare sempre lo stesso interesse per tutta la durata del contratto, mentre i tassi variabili si basano sullo sviluppo mensile dei tassi di interesse, secondo l'indice EURIBOR.         

Elenchiamo i mutui che appartengono alla categoria dei prestiti d medio-lungo termine assistiti da ipoteca:

MUTUO IPOTECARIO

Tutti i mutui caratterizzati da garanzia sotto forma di ipoteca sono compresinella categoria di mutui ipotecari, includendo quindi anche i mutui fondiari, di ristrutturazione o di costruzione, i mutui di liquidità o i mutui di consoli­damento.

MUTUO FONDIARIO

Il mutuo fondiario comporta dei vincoli rispetto ai mutui ipotecari, sia per la tipologia dell’ipoteca che per gli importi possibili. L’ipoteca utilizzata come garanzia deve essere obbligatoriamente di primo grado e la percentuale massima di finanziamento non può superare l 80% del minore tra il prezzo ed il valore di casa. 

MUTUO EDILIZIO O MUTUI A SAL ( stato avanzamento lavori)

L’ipoteca riguarda l’intero immobile e nel caso in cui l’immobile venga diviso in unità, sarà necessario procedere ad una richiesta di frazionamento.

Ed ora uno sguardo agli interessi…

Gli interessi dovuti in seguito alla concessione di un mutuo si dividono in interessi compensativi ed interessi moratori.I primi sono conferiti ad un prestito per la cui restituzione non è stata fissata una scadenza. Qualora il termine per il pagamento sia stato fissato ma sia poi scaduto, il creditore riceve degli interessi compensativi, dalla scadenza del termine, mentre se il creditore ha provveduto alla costituzione in mora, gli interessi sono quindi moratori, obbligatori per il ritardo. 

Alcuni degli interessi più comuni

Tasso BCE: è il tasso di riferimento definito dalla BCE ed è il parametro per la definizione delle operazioni di rifinanziamento, inoltre determina il costo del denaro.

TAEG: tasso annuo effettivo globale esprime in percentuale la differenza tra l’importo ottenuto e quello da versare al prestatore in un anno.

TAN: Tasso annuo nominale esprime in percentuale la differenza tra l’importo avuto e quello rimborsato in un anno.

IRS: Interest Rate Swap è il tasso medio al quale le banche europee stipulano swap a copertura del rischio ed è la base del calcolo degli interessi sui mutui. 

EURIBOR: Euro Inter Bank Offered Rate è il tasso d'interesse medio delle transizioni tra le banche europee.

Mi preme sottolineare che queste brevi nozioni sul mutuo e gli interessi non sono sufficienti per decidere autonomamente delicate scelte finanziare, infatti, è bene rivolgersi al proprio consulente finanziario che vi spiegherà queste e altre importanti nozioni a cui fare riferimento quando si muovono ingenti risorse finanziarie , anche in relazione alla situazione soggettiva del mutuatario . Il mutuo migliore non è quello di " moda" cioè quello che fanno tutti , ma quello che risponde meglio alle vostre specifiche esigenze attuali e future .