BARTER ECONOMY , vendere vendere vendere, la soluzione barter

Le nuove /antichissime metodiche per la vendita 

Vendere vendere vendere , è la ossessione quotidiana  delle aziende e di chiunque faccia una attività economica , vendere naturalmente in cambio di euro , dollari , yen , sterline , vendere insomma in cambio di valute , ma moltissime aziende , la quasi totalita delle aziende non hanno preso in esame altre opzioni . 

Una delle opzioni che sta prendendo sempre più piede è quella della barter economy , cioè di una moderna economia del baratto .

Il cambio merce in quali forme è possibile ?

Il barter , o corporate barter o barter trading  , è una pratica commerciale tra imprese per lo scambio  bilaterale o multilaterale di beni o servizi in compensazione  . La parola dall'inglese  si traduce letteralmente in baratto  ed il concetto fondamentalmente  richiama quello antico dello scambio di merci , ma si tratta di una revisione in chiave moderna dello stesso. La transazione commerciale non si limita a un mero scambio di merci o servizi , bensi prevede l'assunzione di crediti da parte di chi vende e di debiti da parte di chi acquista , saldati rispettivamente con l'acquisto e la vendita di beni e servizi nello stesso circuito. Questo meccanismo consente la fluida circolazione e dei servizi nel mercato e la scadenza di crediti e debiti è la garanzia dell'ecquilibrio del circuito.

Nella fattispecie , il barter pubblicitario  ( o media barter )  è una operazione di cambio merce per la fornitura di servizi pubblicitari in  cambio  di altri prodotti  e/o servizi dal suo cliente . Tale pubblicità può essere diffusa tramite cartelloni pubblicitari , annunci su televisione o radio , pubblicazione su periodici o quotidiani , o tramite altro mezzo .

IL MEDIA BARTER IN ITALIA 

Le operazioni di scambio o barter trading fra imprese sono regolate in italia da una normativa che prevede una regolare emissione di fattura da parte dell'azienda che fornisce i beni o servizi all'impresa che li riceve . La fattura riporta  una apposita dicitura , che identifica , a fronte della transazione , il mancato flusso finanziario del corrispettivo economico e la contestuale acquisizione di credito che sarà successivamente compensato con altre fatture  di fornitura a debito , in questo modo crediti e debiti così maturati verranno normalmente iscritti a bilancio .

ASPETTI FISCALI E NORMATIVI DELLE OPERAZIONI DI SCAMBIO A BARTER

Nel nostro paese un'impresa è libera di scambiare o barattare i suoi beni o i suoi servizi  poichè il baratto è perfettamente legale , sia che avvenga tra privati , tra aziende o tra aziende e privati .

Tali operazioni di scambio non presentano secondo la nostra normativa fiscale, diverità sostanziali rispetto alle operazioni saldate attraverso l'utilizzo di denaro , in quanto i beni o i servizi scambiati vengono considerati mezzi di pagamento alternativi alla moneta di conto , pertanto quando gli scambi avvengono tra operatori economici nell'esercizio di una impresa o nell'esercizio di una impresa o nell'esercizio di arte o professione  costituiscono operazioni imponibili ai fini IVA  ( art.1 DPR 633/72 ) .

Si tratta di processi soggetti ad iva  ( consegna dei beni e/o servizi , art.2 e3 DPR 633/1972) ed ai fini IVA , la legge dice che " Le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate in corrispondenza di altre cessioni di beni  o prestazioni di servizi , o per estinguere precedenti obbligazioni , sono soggette all'imposta separatamente da quelle in corrispondenza delle quali sono effettuate . " 

Un'operazione di permuta è composta da più operazioni di scambio che , ai fini iva, vanno valutate in maniera pienamente autonoma . La conseguenza è che ognuna delle operazioni rilevanti per la permuta soggiace autonomamente a tutti gli obblighi imposti e deve essere valutata separatamente mantenendo evidenti le eventuali differenze tra i valori imponibili  , le operazioni vanno dunque viste isolatamente come se si fosse di fronte a singole operazioni .

Tenendo conto che le operazioni di barter generalmente rappresentano solo una percentuale ridotta degli affari commerciali di uan azienda , se le transazioni in cambio merce vengono gestite in modo tale che entro l'hanno fiscale vendite e acquisti si compensino allora anche gli oneri fiscali e le imposte si compensano e quindi sulle transazioni in baratto si potranno azzerare le imposte .